Associazione Italiana Cultura Qualità premia la Tesi di Laurea di Ylenia Colombo

Milano, 18 dicembre 2014.

Cari Scatol8® supporter,

S8_Ylenia_CopertinaIn occasione del successo riscosso dalla Dottoressa Ylenia Colombo nella Competizione Tesi di Laurea 2014, indetta dalla Associazione Italiana Cultura Qualità Centronord, vi mettiamo a disposizione una presentazione ed un estratto della sua Tesi.
 La Tesi, dal titolo “Incontro tra Qualità e Ambiente nel settore dell’acconciatura. Una proposta sperimentale” è un esempio di applicazione di “Scatol8®: A Path To Sustainability”.S8_Ylenia_AICQ_1.001

Le “ricette” per compiere l’analisi ambientale (Sezione 3), per tracciare diagrammi di flusso (Sezione 10) e per costruire uno Scatol8® ad hoc (Sezione 2) sono state sperimentate dalla Dottoressa Colombo.

g 184La Tesi è stata discussa il 22 luglio 2013 nella Scuola di Management ed Economia dell’Università degli Studi di Torino, nella materia “Ecologia industriale e certificazione integrata”, con il Prof. Riccardo Beltramo come Relatore e con il Prof. Luigi Bollani, come correlatore.

g 185Il Prof. Sergio Margarita ha contribuito “dietro le quinte”, impartendo istruzioni per il software di raccolta dati ed intervenendo nella discussione della Tesi.

g 181Il risultato conseguito, 110 e lode, aggiunge che il lavoro compiuto è un ottimo esempio di come si possa coronare un brillante curriculum scolastico con una Tesi di ricerca in Scatol8® style. Altrettanto chiaro è il gradimento che ha espresso nei confronti della nostra Laureata un’impresa multinazionale, che opera nel campo delle bevande 440px-Smileyspiritose440px-Smileypresso la quale Ylenia è impegnata in un progetto sull’integrazione di sistemi gestionali.

Complimenti alla Dottoressa Colombo! Il Team Scatol8® le augura una vita professionale e personale ricca di successi come questi.

E a tutti Voi, buona lettura!

IMG_6297

La consegna del Premio AICQ ad Ylenia Colombio, Prima classificata. Da sinistra Ernesto Scurati (Vicepresidente AICQ Centronord), Eugenio Onori (Presidente dell’Albo Nazionale Gestori Ambientali), Giovanni Mattana (Presidente AICQ Centronord), Ylenia Colombo, Riccardo Beltramo

 

Posted in Scatol8 | Leave a comment

Masters of Territory are developing new tools for environment and landscape management

A colorful sunrise, the greatest way to begin  a new day of the “Masters of Territory”.

P1030993

 

P1040001Asti was waking up when we planned a new session of the module on Environmental and Landscape Management System. Today’s program was quite challenging.

Students were asked to work on this topic: “How can Scatol8® be helpful to Masters of Territory?”. The final result that students are asked to achieve consists of a project of a system which complies with Scatol8®’s guidelines, precisely described in functionalities, sensors and actuators and… dress.

A three steps journey, based on as many questions, has been planned in order to reach the goal, within next week. Who? What? How? In fact, the overall tricky question finds an answer when you have a clear view on the content of this new professional figure: Who is the Master of Territory? In other words, what is the vision that students have of their new position?

In order to fulfill the task, making it possible a production of more then one Scatol8® for Masters, the class has been splitted into three groups. Each students has been asked to share her/his view with the team. One rule: no criticism allowed (as you clearly see in the pictures of the group made up by Nicola Solimeo, Mariella RizzottiMonica ChiabrandoMilena Molinari, Bianca Viotti).

P1030988P1030986P1030987440px-Smiley

 

 

Another promising group sees Chiara Cerrato, Marianna Di ModicaStefania TosoElisa Metelli (linked via WhatsApp) working together. If you look at their profiles it will be clear the amazing proposal they can prepare. For sure, every expectation will be far outstripped!

P1040009P1030989

P1030991

m1xhas10144zk8tfp6ad_400x400

 

 

 

 

Simona BrinoSimona Codrino and Serena Montani are engaged in an in-depth exploration of Masters of Territory competences, and are focusing their interests on traditional productions of Monferrato.

P1030992P1040010

 

 

 

 

 

At the end of this session, three key concepts describe activities carried on by Masters of Territory, with the help of Scatol8®.

P1040008

Next time, answers to the questions “What?” and “How?” will be presented: What is Scatol8® useful for, in the framework of these visions? How can Scatol8® be designed in order to satisfy Masters’needs?

Are you burning with curiosity, aren’t you?

Stay tuned!

 

Posted in Scatol8 | Leave a comment

Masters of Territory. How do you say? Serendipity?

P1030962In Asti, the lessons are held for the Master MANAGEMENT AND CREATIVITY OF HERITAGE HILLS”. It is a First Level Master, organized by Polytechnic and University of Turin, in collaboration with Fondazione Giovanni Goria, and directed by Prof. Sergio Conti.

This brochure contains goals and programs of the Master, hosted by the University campus.

The students form a good group highly motivated, able to interact vigorously to build a curriculum that integrates diverse educational and professional experiences, gained in Italy and around the world, with the theory and the experiences narrated by the teachers.

Here are students’profiles:

Matteo Amatori, Simona BrinoChiara CerratoMonica ChiabrandoSimona CodrinoMarianna Di ModicaElisa MetelliMilena MolinariSerena MontaniMariella RizzottiNicola SolimeoStefania TosoBianca Viotti.

It is no coincidence that a training proposal of this magnitude matures here. We are talking about a fertile cultural soil, from which germinate various scientific, training and artistic initiatives, that develop progressively involving many local actors and winning the interest of outside parties. Representatives of institutions and business enterprises in farming, craft and industrial, political and religious communities, scientists and artists are working for some time to show the culture of Monferrato.

The module on Environment and Landscape Management System (ELMS), taught by Prof. Riccardo Beltramo, presents principles, techniques and examples, which, caught together, become instruments available for future Masters of Territory. The content of the teaching comes from a course that combines theory and practice, made especially in the field or, better, going to the mountains and hills, before during and after the research that influenced the volume on the Environment and Landscape Management System, Aracne 2011. It starts from there and it adds a lot of new.

Scatol8® is one of the main new features, which can be helpful to new professionals. Our system lends itself to countless variations, based on the needs and personal tastes; under the Master, Scatol8® may become a useful support to strengthen the evaluation and management of various activities, a smart gadget or a sympathetic reminder of the values expressed by the territory. All this is being explored with the promising group of students!

The teaching proposal includes integrated management systems and trademarks for the qualification of the territories, with particular attention to the tourism offer expressed by territories, showing their qualities, but especially by properly communicating it with a range of media, modulating the messages appropriately to the categories of tourists who arrive in Monferrato.Promoting equality & Equity
On December 6, we were involved in the second meeting of ELMS, quickly proceeding to the discovery of our business model and functionality Scatol8®. The lesson took place, in this case really by chance, in a classroom that was decorated by a row of colorful t-shirts, each with a different writing. They reported all principles related to the Sustainability of Development and, therefore, also ELMS. Not only that, they extended, amplifying, the social dimension, which is linked to the concepts of respect, fairness, dialogue, participation and support.

P1030964
But, whence sprang these t-shirts? Probably they referred to an international initiative, but which one? Here is the answer! Has it provided Dr. Maeve Foreman, Assistant Professor in Social Work, Trinity College Dublin who has published on the net a presentation of March 21, 2014.

March 21 was the World Social Work Day. In the presentation, you will find not only the same theory of t-shirt – a kind of landmark on sustainability – but also discover the activities that the Irish researcher performs in her capacity as Committee Member / Secretary, Mud Island Community Garden.

P1030967A rich set of photographs demonstrates the involvement of the people in the organization and conduct of community gardens. It is redevelopment of abandoned spaces that takes place through the action of the whole community, each component operates on the basis of their knowledge and skills and all engage in the realization of a project that gives life to live the concept of sustainable development. In the words of Maeve Foreman: “Today the garden is a source of recreation, education and sustainability for the local community.”

P1030968

We were looking for a classroom and found an environment inspired by sustainability. We had confirmation of what was stated at the beginning: here there is land that is cultivated meticulously, that of sustainability, there is a culture, the relationship between man and environment, working in depth the fundamentals of sustainability and offers them, with means the most current and appropriate, because take root and flourish, with the benefit of the population, tourists and local. What better inspiration for a new professional who will ensure sustainable development to the territories?

Posted in English | Leave a comment

Maestri di Territorio. How do you say? Serendipity?

Ad Asti si svolgono le lezioni per il Master “MANAGEMENT E CREATIVITA’ DEI PATRIMONI COLLINARI”. Si tratta di un Master di Primo livello del Politecnico e dell’Università degli Studi di Torino, organizzato in collaborazione con la Fondazione Giovanni Goria, e diretto dal Prof. Sergio Conti. La brochure illustra finalità e programmi del Master, ospitato dalla sede del Polo universitario.

Gli studenti formano un bel gruppo molto motivato, capace di interagire vivacemente per costruire un percorso formativo che integra variegate esperienze scolastiche e professionali, maturate in Italia e in giro per il mondo, con la teoria e le esperienze narrate dai docenti.

Ecco i profili degli studenti:

Matteo Amatori, Simona Brino, Chiara Cerrato, Monica Chiabrando, Simona Codrino, Marianna Di Modica, Elisa Metelli, Milena Molinari, Serena Montani, Mariella Rizzotti, Nicola Solimeo, Stefania Toso, Bianca Viotti.

Non è un caso che una proposta formativa di tale portata maturi qui, nell’Astigiano. Stiamo parlando di un fertile terreno culturale, dal quale germinano varie iniziative scientifiche, formative e divulgative, e si sviluppano coinvolgendo progressivamente tanti attori del territorio e riscuotendo l’interesse di soggetti esterni. Rappresentanti delle istituzioni imprenditoriali e delle imprese agricole, artigianali ed industriali, del mondo politico e delle comunità religiose, della ricerca e delle arti lavorano da tempo per far conoscere la cultura del Monferrato.

Il modulo sulla Gestione ambiental-paesaggistica, svolto dal Prof. Riccardo Beltramo, presenta principi, tecniche ed esempi, che, colti insieme, diventano strumenti a disposizione dei futuri Maestri di Territorio. Il contenuto della didattica deriva da un percorso che unisce teoria e pratica, compiuto soprattutto sul campo o, meglio, andando per monti e colline, prima durante e dopo la ricerca che è confluita nel volume sul Sistema di Gestione Ambiental-Paesaggistico. Si parte da lì e si aggiunge molto di nuovo. Scatol8® è una delle principali novità, che potrà esser d’ausilio alle nuove figure professionali. Il nostro sistema si presta ad innumerevoli declinazioni, sulla base delle esigenze e dei gusti personali; nel quadro del Master, può diventare un supporto utile per potenziare valutazione e gestione di varie attività, gadget intelligente o simpatico richiamo dei valori espressi dal territorio. Tutto questo è oggetto di esplorazione con il promettente gruppo di studenti!

La proposta didattica comprende sistemi di gestione integrati e marchi per la qualificazione dei territori, con un’attenzione particolare all’offerta turistica che i territori esprimono, mettendo in mostra le loro qualità, ma soprattutto comunicandole grazie all’ampia gamma di media a disposizione, modulando i messaggi in modo adeguato alle categorie di turisti che si ambisce a far arrivare nel Monferrato.

Oggi, 6 Dicembre, ci siamo trovati ad affrontare  il secondo incontro sulla Gestione Ambiental-Paesaggistica, procedendo speditamente alla scoperta del nostro modello gestionale e delle funzionalità di Scatol8®. La lezione si è svolta, questo sì per caso, in un’aula che era decorata da una teoria di variopinte t-shirt, ognuna con una scritta diversa. Riportavano tutte principi riconducibili alla Sostenibilità dello Sviluppo e, quindi, anche a SGAP. Non solo, li estendevano amplificando la dimensione sociale, che si collega ai concetti di rispetto, equità, dialogo, partecipazione, sostegno.

Ma da dove scaturivano queste scritte? Probabilmente si riferivano ad un’iniziativa internazionale, ma quale? Ecco la risposta! Ce l’ha fornita la Dottoressa Maeve Foreman, Assistant Professor in Social Work, Trinity College Dublin che ha pubblicato sulla rete una presentazione del 21 Marzo 2014.

Il 21 Marzo era il World Social Work DayNella presentazione troverete non solo la stessa teoria di t-shirt – una sorta di landmark della sostenibilità -, ma scoprirete anche l’attività che la ricercatrice irlandese svolge nella sua veste di Committee Member/Secretary, Mud Island Community Garden. Una ricca serie di fotografie testimonia il coinvolgimento della popolazione nell’organizzazione e nella conduzione dei giardini della comunità. Si tratta di riqualificazioni di spazi abbandonati che avvengono grazie all’azione di tutta la comunità, ogni componente opera sulla base delle proprie conoscenze e capacità e tutti si impegnano nella concretizzazione di un progetto che fa vivere in diretta il concetto di sviluppo sostenibile. Secondo le parole di Maeve Foreman: “Today the garden is a source of recreation, education and sustainability for the local community.” 

Eravamo alla ricerca di un’aula ed abbiamo trovato un ambiente ispirato alla sostenibilità. Abbiamo avuto conferma di quanto affermato all’inizio: c’è un terreno che viene coltivato meticolosamente, c’è una cultura, rapporto tra uomo e ambiente, che lavora in profondità i fondamenti della sostenibilità e li propone, con i mezzi più aggiornati e adeguati, perché attecchiscano e fioriscano, con beneficio della popolazione, dei turisti e del territorio. Quali spunti migliori per una nuova figura professionale che si occuperà di assicurare uno sviluppo sostenibile ai territori?P1030967

P1030968

“Serendipity is looking in a haystack for a needle and discovering a farmer’s daughter.” (Julius Comroe Jr., 1976)

Posted in Scatol8 | Leave a comment

Scatol8® nella Galleria Gianna – Test n. 1: Commento ai dati

DSC_4889L’introduzione di strumenti di misurazione elettronici che operino in continuo all’interno di una miniera può esser resa difficile dell’insorgenza di varie criticità, a causa di particolari microclimi, quali fenomeni di condensa all’interno dei contenitori e di erosione dei circuiti stampati, tali da compromettere in breve tempo la funzionalità delle apparecchiature.

Queste circostanze, valide anche per la Galleria Gianna, sono state colte come dati di ingresso del processo di progettazione e costruzione del Sistema Scatol8® ed hanno portato il Team Scatol8® a:

Definire un piano sperimentale, articolato in due linee di attività.

La Linea 1 per lo sviluppo di un TIQMS (Territorial Integrated Quality Management System), adatto alla gestione del sito dal punto di vista turistico.

La Linea 2 per lo sviluppo del Sistema Scatol8®, articolata in cinque tappe, corrispondenti ad una progressione in termini di funzionalità del sistema: affidabilità dei contenitori e dei circuiti, rilevazione dei dati, trasmissione dei dati, preparazione del Crusc8, alimentazione di TIQMS (Territorial Integrated Quality Management System);

Identificare, per ogni tappa, componenti (sensori, microcontrollori, sistemi di trasmissione dati) che bilancino prestazioni e costi, e soluzioni costruttive che diano maggiori garanzie di funzionamento nella miniera.

Costruire e testare i circuiti in laboratorio e in situ.

Pertanto, il Test n. 1 condotto nella Galleria Gianna  aveva l’obiettivo di accertare l’affidabilità delle Unità periferiche Scatol8®, collocate in due punti del percorso aperto ai turisti. Essendo la tappa che rivestiva un maggior grado di rischio, in relazione al microclima della galleria, sono stati scelti sensori a basso costo, già ampiamente sperimentati nelle nostre ricerche, per rilevare temperatura ed umidità. Si tratta di due variabili comunque in grado di fornire utili indicazioni all’ente gestore e soprattutto ai turisti.

Il 23 Ottobre scorso abbiamo eseguito un’ispezione delle unità, procedendo ad un accertamento visivo delle condizioni esterne ed interne e allo scaricamento dei dati, memorizzati nell’intervallo di tempo. Le unità sono state lasciate nella galleria fino al 21 Novembre scorso, data alla quale sono state rimosse, per esser sottoposte a controlli più approfonditi nel Laboratorio Scatol8® e per ricavare i dati delle misurazioni compiute. E per aggiungere funzionalità, con nuovi sensori e sistemi di trasmissione dati in tempo reale, ma questa è un’altra storia :-)

DSC_4892

Per ciascuna unità periferica sono state rilevate Temperatura e Umidità esterne cioè quelle della zona in cui erano collocate, e Temperatura e Umidità interne ovvero nel contenitore che ospitava la parte elettronica del sistema. L’affidabilità delle unità è direttamente correlata alla capacità di mantenere costanti nel tempo condizioni ideali di funzionamento per le apparecchiature, evitando la formazione dei fenomeni elencati in precedenza, nel rispetto dei dati tecnici della componentistica elettronica.

S8_GIANNA_T_H.001

S8_GIANNA_T_H.002L’andamento nel tempo della Temperatura e dell’Umidità mostra un diverso livello di variabilità, nelle due unità considerate.

Si potrebbe dire che intensità e variazioni nel tempo di Temperatura e Umidità  configurano paesaggi diversi, in relazione alla distanza tra le unità periferiche e l’ingresso della miniera, e tra l’esterno e l’interno del contenitore. Il comportamento delle variabili rilevate all’interno dei contenitori manifesta un bassissimo livello di variabilità e ciò ci porta a concludere che gli obiettivi del test sono stati raggiunti ovvero abbiamo trovato le soluzioni costruttive adeguate.

127777158399zvKlDall’osservazione dei Grafici 1 e 2 si può affermare che il test di affidabilità è stato superato: i dati grezzi dimostrano la continuità delle rilevazioni e questo vuol dire che le Unità periferiche nella miniera erano in perfetta forma!

 

Dai dati  grezzi, attraverso un’operazione di ripulitura, potremmo compiere considerazioni quantitative per comprendere il grado effettivo di variabilità e procedere ad elaborazioni statistiche….ma non era questo lo scopo del test.

DSC_0246

prova_trasmissione_dati

Posted in Scatol8 | Leave a comment

Scatol8® in Gianna Mine – Data analysis

DSC_4889Our test was concentrated on the reliability of Scatol8® peripheral units, in two points of the mine. We had a first view on the “health condition” of the units on October 23rd, by a visual check and a data downloading, already published here.

At that time, we worked on the peripheral units into the mine and left them there. On November 21st, we removed them, as the next step of our research program foresees a significant update of the hardware, without wishing to anticipate too much.

DSC_4892As at the beginning of the on site program there was a serious question mark on the reactions of electronic components and circuits to the microclimate of the mine, we chose low cost sensors, such as temperature and humidity rate. Nevertheless, these variables provide useful indication to the management and, above all, to tourists.

If we look 127777158399zvKlat graphs reported in Table 1 and 2, we can say that reliability test has been passed. Raw data show a temporal continuity of detection, that is peripheral units were in top shape!

S8_GIANNA_T_H.001

Table 1

S8_GIANNA_T_H.002

Table 2

Temperature and humidity rate trends over time show a different level of variability. We can say that raw data describe two landscapes, depending on the proximity to the mine entrance of peripheral units. In spite of this, both of them kept a lower level of variability inside the boxes, meaning that we have found the right answer to the problem of microclimate.

From raw data, through a clean up operation, we could have a better understanding of the real variability, but this is not the place neither the goal of the test.

DSC_0246prova_trasmissione_dati

Posted in Scatol8 | Leave a comment